Un inno alla stagione più attesa, se non la più bella, dell’anno. Quella che coincide con le vacanze, le ferie, i viaggi, le scoperte, il ritrovare ed il ritrovarsi. E pause dai frenetici ritmi quotidiani. Quando la lentezza si impossessa nuovamente di spazi, finalmente ampi, della nostra vita. Gli stessi che ci consentono di utilizzare al meglio i nostri sensi, ed apprezzare maggiormente ciò che vediamo, sentiamo, tocchiamo, annusiamo, gustiamo. L’estate, soprattutto in una qualunque delle “nostre” isole fra la maggiore e le tante piccole, esalta la natura e quanto essa stessa ci dona. E se il mare, il cielo, le montagne, le campagne sono la scenografia, ed il clima ciò che ne condiziona l’aspetto, mutante, tutto si riassume a tavola: nelle pietanze e nel vino. Per la gioia dei sensi prima elencati. Per agevolare nel maggiore godimento del viaggio nel gusto, proponiamo la seconda carta ideale dei vini (che si completerà con i numeri successivi dedicati rispettivamente all’autunno ed all’inverno).

Nelle pagine che seguono troverete la selezione dei vitigni e delle etichette più indicate per precedere, accompagnare o far seguire ai piatti classici (od originali) dei mesi più caldi. Dei quali proponiamo alcune variazioni sul tema, suggeriti da sapienti e fantasiosi chef. Immaginando piacevoli momenti di convivialità che inframezzeranno o concluderanno le luminose – ed a volte torride – giornate che ci attendono, e che attendiamo, la Sicilia si esprimerà al meglio anche nei colori oltre che nei sapori. Per noi che ci viviamo saranno conferme, per coloro i quali verranno a farci visita fra i motivi dell’innamoramento che proveranno. Non sarà un calice da solo a provocare il tumulto che suscitano i nostri tramonti, e neppure i silenzi o gli schiamazzi a secondo del luogo. Quelli resteranno negli occhi e nelle orecchie. Più a lungo, vero, dei sapori. Ma se i primi per riviverli costringono a tornare, i secondi sono disponibili in ogni continente. Dove la Sicilia può continuare ad arricchire momenti di letizia e di vita. Bella. Godiamoci l’estate.

pennicadario

pennica@rivistaenos.it

Vai alla raccolta degli editoriali

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Menu